13 Gen La potatura a secco

Tags: agricoltura sostenibile lotta integrata vigneti

L’inverno è la stagione in cui la vigna sta a riposo, ma non chi la cura. Dopo la vendemmia, meglio dopo la caduta delle foglie e quindi quando le viti sono spoglie, inizia il tempo della potatura a secco.

La potatura è una fase fondamentale per la cura della pianta e non solo in vista della produzione della stagione. Passando in modo manuale intorno alle piante spoglie, abbiamo la possibilità di pulirle dai tralci superflui e prepararle nella fase in cui riposano ad una nuova fase vegetativa.

La temperatura rigida, permette di fare un taglio che non produce ferite alla linfa vitale della pianta, in quanto non è attiva lungo tutta l'estensione della pianta e quindi non soffrirà e non disperderà nulla.

Nei nostri vigneti usiamo due sistemi di potatura: guyot nello stile “doppio capovolto” e sylvoz

Il sistema di potatura viene scelto in base alla qualità del vitigno, all’età dell’impianto, al terreno e al clima e infine anche sull’idea di produzione che vogliamo ricavare.

Sistema di potatura Guyot

Il sistema a Guyot che applichiamo noi è a “doppio capovolto”, cioè da ogni pianta vengono ricavati due tralci solamente che vengono curvati ad arco e fissati verso il basso.

La curva più stretta e più corta permette di limitare la vegetazione che dovrebbe comunque essere potata d’estate e di concentrare la produzione sulla parte scendente.

È un sistema che permette di ricavare ogni anno dei tralci nuovi e di far esprimere la pianta nella produzione senza stressarla.

Sistema di potatura Sylvoz

Il sistema a Sylvoz prevede invece uno sviluppo della pianta più ampio; viene ricavato dalla pianta un cordone lungo dal quale ogni anno vengono ricavati dei tralci nuovi chiamati “capifrutto”.

Questi sono i tralci che vengono piegati con un arco molto stretto, che permette quindi la concentrazione della linfa sulla parte sotto il cordone, dove si formeranno quindi i grappoli.

Questo sistema prevede anche una minor intensità di piante ed è adatto per terreni ricchi di umidità e di acqua.

La cura della potatura ha due obiettivi per l’azienda: preservare la saluta delle piante e decidere per quanto possibile la concentrazione di produzione.

Ci prepariamo alla nuova stagione!